CTR LAZIO n. 1329,– L’istanza di rateazione del debito tributario iscritto a ruolo non costituisce atto interruttivo della prescrizione. Dott. Luca PROCOPIO

Giurisprudenza

CTR LAZIO n. 1329, depositata 27.5.2020 – L’istanza di rateazione del debito tributario iscritto a ruolo non costituisce atto interruttivo della prescrizione.

La presentazione dell’istanza di rateazione del debito tributario iscritto a ruolo non impedisce al contribuente di agire in giudizio deducendo la prescrizione del credito vantato dall’ente impositore.

Dott. Luca PROCOPIO - Dottore commercialista e Revisore contabile Dottore di ricerca in diritto tributario -studioprocopioluca@gmail.com

 

La richiesta di rateizzazione che il contribuente presenta all’Agente della riscossione “non può considerarsi riconoscimento del debito, ma può essere finalizzata semplicemente ad evitare nell’immediato eventuali aggravi di costi (cfr cass 8.2.201 n 3347)”, pertanto egli può impugnare il fermo amministrativo di un autoveicolo per contestare la prescrizione dei crediti tributari esposti nelle cartelle di pagamento menzionate nel medesimo atto della tutela cautelare.

Nella specie, trattavasi di crediti tributari per “tasse automobilistiche”, in relazione ai quali la CTR Lazio ha ribadito che il termine prescrizionale è triennale e non decennale, come, invece, nella specie preteso dall’Agenzia delle entrate – riscossione.

 

Tutte le news