CTP Matera 123\2020-– Efficacia temporale della intimazione di pagamento -’Avv. DE NITTO Alessia

Giurisprudenza

CTP Matera 123\2020-Depositata il 27-05-2020 – Efficacia temporale della intimazione di pagamento -’Avv. DE NITTO Alessia

 Controversia patrocinata dall’Avv. DE NITTO Alessia del Foro di Lecce –alessiadenitto@gmail.it –Tel.329-4367622

 L’intimazione di pagamento ha una efficacia limitata nel tempo e pari a 180 gg dalla sua notificazione.

 Entro tale termine il Concessionario deve provvedere a porre in essere le azioni esattive\esecutive nei confronti del contribuente e tanto a pena di inefficacia della intimazione

 Avv. DE NITTO Alessia del Foro di Lecce –alessiadenitto@gmail.it –Tel.329-4367622

 Il ricorso deve essere accolto.

Invero, il Collegio, esaminati gli atti del procedimento ritiene del tutto fondati e legittimi i motivi del ricorso, nello specifico per quanto riguarda l'eccezione evidenziata nelle memorie illustrative che risulta assorbente rispetto a tutti gli altri.

Infatti, l'atto impugnato risultava essere stata notificata il 28/10/2018 e pertanto la stessa esplicava la sua efficacia sino a 180 giorni successivi, cioè il 27/04/2019, risultando, quindi inefficace e senza validità dal giorno successivo.

Ll Concessionario sino al 27\4\2019 non aveva promosso nel confronti del debitore alcuna azione esattiva esecutiva.

Considerando che la norma in materia, art. 50 del DPR 602173, comma 2 e 3, sancisce che se l'espropriazione non è iniziata entro un anno dalla notifica della cartella di pagamento l'espropriazione stessa deve essere preceduta dalla notifica, da effettuarsi con le modalità previste dall'art. 26, di un avviso che contiene l'intimazione ad adempiere l'obbligo risultante dal ruolo entro cinque giorni (l'intimazione di pagamento per cui è causa).

Prosegue, l'avviso di cui al comma 2 è redatto in conformità al modello approvato con decreto del MEF e perde efficacia trascorsi centottanta giorni dalla data di notifica.

Non avendo, pertanto, il Concessionario, entro il 27/04/2019 (180 gg dalla notifica dell'atto

impugnato) promosso alcuna azione esattiva esecutiva nei confronti della società ricorrente la conseguenza è la intervenuta, sopraggiunta inefficacia/invalidità e/o illegittimità dell'opposta intimazione.

 

 

 

Tutte le news